Archivio tag: Bardolino Chiaretto

Bardolino Chiaretto, Bardolino e Lugana tutti insieme appassionatamente a Lazise

biancorossochiaretto
A San Valentino scocca il momento del Valtènesi Chiaretto 2015

Con il clima di questo fine gennaio dovuto all’anticiclone, clima più da annuncio di primavera che da finale di inverno, anche se come già più volte spiegato l’obiettivo di questo blog è dimostrare che rosati e chiaretti sono vini che si possono bere con soddisfazione tutto l’anno, viene ancora più facile pensare che si avvicina il momento dell’uscita della nuova annata.

Così, mentre per i rosati del centro e del Sud, mi riferisco ad Abruzzo e Puglia in particolare, ma anche per i vini base Sangiovese prodotti in Toscana, sarà opportuno rimandare l’assaggio, anche se qualche vino comincerà a febbraio ad entrare in commercio, almeno fino a marzo inoltrato, per poter avere una valutazione con un minimo di senso compiuto e con un senso prospettico, per i Chiaretto dell’area gardesana, sponda bresciana e sponda veronese, il momento della presentazione è decisamente più vicino. Continua a leggere

Rosati e Chiaretti: perché tanta chiusura verso il tappo a vite?

whynotIl mondo del vino italiano è da un lato fortemente conservatore e restio al cambiamento quando magari sarebbe giustificato e utile e dall’altro non si fa problemi nell’adottare la strada del rinnovamento quando forse un pizzico di attaccamento alla tradizione sarebbe opportuno.

Pensiamo alla questione dei tappi alternativi al tradizionale tappo di sughero. E’ scientificamente e matematicamente accertato che più alto sarà il numero di produttori che decideranno, per qualsiasi vino, non solo per i vini da invecchiamento, di ricorrere al tappo di sughero, minore sarà la qualità dei tappi di sughero forniti e maggiore la probabilità che i vini presentino lo sgradevolissimo problema di tappo. Continua a leggere

Bardolino Chiaretto 2014 La Cavalchina

BolzanoBardolino 175Su quale azienda e quale vino andare sul sicuro volendo bere, anche in questa delicata fase che si pone tra la fine dell’annata 2014 e l’uscita in commercio, tra qualche mese, dell’annata 2015, un Bardolino Chiaretto?

Io per andare sul sicuro, conoscendo da molti anni come lavora questa azienda e come produca vini, anche Chiaretto, non pensati per una sola estate, direi, tra le diverse soluzioni che mi vengono in mente, la Cavalchina dei fratelli Franco e Luciano Piona che conta su un’estensione di 30 ettari vitati, con una produzione di circa 350 mila bottiglie all’anno. Continua a leggere

Matilde Poggi (Le Fraghe): la mia idea del Bardolino Chiaretto

MatildePoggi
Una piccola intervista sulla situazione dei Chiaretti e dei rosati in Italia ad un produttore molto rappresentativo. A rispondere è Matilde Poggi, eccellente produttrice, con l’azienda agricola Le Fraghe di Cavaion Veronese, di Bardolino e Bardolino Chiaretto (il Rodòn viene considerato ogni anni tra i più significativi), nonché presidente della Fivi, Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, che giusto sabato 28 e domenica 29 novembre a Piacenza Expo terrà la quinta edizione della propria Mostra Mercato.

Cosa significa per te, produttrice gardesana e di ottimo Bardolino produrre un Bardolino Chiaretto? Si tratta solo di una scelta naturale dettata dal voler ricollegarti ad una consolidata tradizione locale o per te il Chiaretto d il fatto di produrlo ha un significato particolare?

Principalmente il Chiaretto rappresenta per me un vino di territorio con una lunga tradizione. Personalmente inoltre amo molto i vini rosati e li bevo spesso. Continua a leggere

Valtènesi Chiaretto 2014 Francesco Averoldi

Valtenesi-Chiaretto 003Qual’era, sino a qualche anno fa, il grande limite riconosciuto di molti Chiaretti del Garda, sponda bresciana o sponda veronese non fa molta differenza? Venivano riconosciuti come vini piacevoli, perfetti per la cucina estiva e per quella di lago in particolare, ma parafrasando quel motto che li vuole, per loro modalità di produzione, per la breve durata della macerazione, “vini di una notte”, spesso diventavano vini da una sola stagione.

Ad autunno inoltrato i loro colori si spegnevano, i profumi si perdevano o si degradavano, la loro freschezza e fragranza diventava un ricordo e pensare di berli negli ultimi mesi dell’anno, in attesa che nei primi mesi di quello successivo venisse pronta la nuova annata, era abbastanza difficile. I vini era praticamente esauriti e quando li si trovava non facevano fare i salti dall’entusiasmo. Continua a leggere

Bardolino Chiaretto 2014 Tenuta La Cà

BolzanoBardolino 192Siamo sul Garda, sponda veronese, con un Chiaretto, un ottimo Bardolino Chiaretto 2014 che avevo assaggiato a Lazise a marzo, nel corso dell’eccellente Anteprima Bardolino Chiaretto organizzato dal Consorzio Tutela vino Bardolino, e che ho ribevuto di recente trovandolo in splendida forma.

Il vino, una classica cuvée di uve Corvina, Rondinella, Molinara, è opera della Tenuta La Cà, ovvero “un podere di 15 ettari situato nella zona di Calmasino a Bardolino. Dodici ettari sono coltivati a vite e i rimanenti ospitano un suggestivo oliveto, la Cantina Vinicola e l’Agriturismo. La Tenuta, coltivata con cura e passione solamente da collaboratori interni che condividono la stessa filosofia aziendale, è nel cuore del territorio della DOC Bardolino, la denominazione di origine controllata che si estende lungo la sponda orientale del Lago di Garda mentre a sud copre le colline moreniche verso l’entroterra della provincia di Verona”. Continua a leggere

Bardolino Chiaretto 2014 Giovanna Tantini

BolzanoBardolino 203Un grande Chiaretto. Forse il miglior Bardolino Chiaretto tra i tanti che ho assaggiato a marzo a Lazise nell’ambito di una grande manifestazione che ha visto ospiti i produttori salentini dell’associazione De Gusto Salento​ e padrone di casa la più importante e la più nota tra le denominazioni chiarettiste italiane, il Bardolino Chiaretto Doc.
Continua a leggere